Bancomat o carta di credito? Cosa conviene usare all’estero…

di Redazione
30 novembre 2016 | ore 09:55

Attenti al bancomat quando andate all’estero. Può arrivarvi un conto molto salato. Infatti nei paesi dell’Area Euro, se il bancomat è collegato a un conto online, il costo per operazione è mediamente di 0,65 euro, mentre con i bancomat collegati ai conti tradizionali è di 1,54 euro.

Nei Paesi con valuta diversa dall’euro, il costo per il prelievo è di 2,20 euro con il bancomat dei conti online, mentre con i bancomat collegati ai conti tradizionali il costo è di 3,09  euro. Ma non basta. Al costo di prelievo si aggiunge anche una commissione per il cambio valuta che è rispettivamente del 0,93% (con bancomat collegato a conti online) e 1,08% (con bancomat collegati ai conti tradizionali).

L’alternativa però non può essere la carta si credito, almeno se si vuole risparmiare. Infatti prelevare contante con la carta di credito è decisamente più costoso, quasi proibitivo: la commissione applicata è del 3,8% in area Euro e del 5,06% in area extra Europa, comprensiva della commissione per cambio valuta.

La soluzione? E’ quella di usare la carta prepagata che vi consente di fare prelievi senza alcun addebito.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

Dall’Iva alla tassa flat: tutte le novità della riforma fiscale

Se vince il SI al Referendum potrebbero aumentare le tasse sugli immobili

Tutte le scadenze fiscali del 2017

Forse ti può interessare

La sapete quella della bambina e del bancomat?

Occhio al bancomat, il fisco vi guarda anche quello…

Ecco quante possibilità avete di fare 6 al Superenalotto