Il 55% del risparmio italiano è investito in strumenti molto rischiosi. Bankitalia lancia l’allarme

di Redazione
16 marzo 2017 | ore 08:16

Azioni, fondi, derivati e riserve assicurative. Sarebbero queste secondo il governatore di Banca d’Italia, Ignazio Visco, gli strumenti rischiosi ai quali gli italiani stanno affidando i loro risparmi.

Il 55% dei circa 4.000 miliardi risparmiati dalle famiglie è allocato in “strumenti molto rischiosi, azioni, fondi, derivati, riserve assicurative”, ha detto Visco durante un convegno sul risparmio.
Secondo i dati sciorinati da Visco, il restante 28% dei risparmi sono in depositi bancari, il 10% in obbligazioni, il 4% è detenuto in contanti.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn50Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

Mercati emergenti: a caccia di obbligazioni davvero convenienti

Europa, le tante facce della crisi

Ucraina e Cina mettono New York di cattivo umore

Forse ti può interessare

La paura fa 83. Corsa a ingrassare i depositi nelle banche

Ubi Banca e Bper salgono dopo nota Bankitalia

La riforma delle Bcc? Una perfetta missione (in)compiuta