Un’altra tegola in arrivo da Veneto Banca, Banca Popolare di Vicenza e Monte dei Paschi

di Michele D'Antoni
21 aprile 2017 | ore 09:12

Il salvataggio di Veneto Banca, Banca Popolare di Vicenza e Monte dei Paschi rischia di tradursi in un vero e proprio salasso per le finanze pubbliche. Lo scrive il sito www.investireoggi.it, secondo cui le ultime notizie sulla crisi dei tre istituti, infatti, riguardano proprio il costo del salvataggio e dell’intervento dello Stato.

A lanciare l’allarme è stato l’Ufficio parlamentare di bilancio nella sua relazione sul Documento di Economia e Finanza, presentata in Parlamento dal presidente Giuseppe Pisauro. Questo importante organo ritiene che i previsti  interventi di ricapitalizzazione precauzionale su Monte dei paschi, Popolare di Vicenza e Veneto Banca siano destinati ad appesantire i conti pubblici con circa 10 miliardi di deficit aggiuntivi.

Nel suo intervento Pisauro ha affermato che “potrebbero non essere soddisfatti i requisiti posti dal Sec 2010, per la classificazione di tali operazioni come transazioni finanziere, con effetti sul debito pubblico lordo ma non sull’indebitamento netto”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn27Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

Mourinho e Ancelotti gli allenatori più pagati al mondo

Da Thohir a Suning il valore dell’Inter è raddoppiato

 

 

Bayern Monaco, un milione in beneficienza al Papa

Forse ti può interessare

Nuova sentenza. Gli azionisti azzerati di Banca Etruria & co sono consumatori. Quindi possono fare causa alle banche

Pop Vicenza e Veneto Banca? Molto peggio di Montepaschi. Parola di…

Quel siluro sotto il pelo dell’acqua lanciato dalla Bce contro le banche venete