Attenzione. Dal 1 marzo scatta la nuova norma sugli interessi. Ecco cosa succede

di Raffaello Mascetti
16 febbraio 2017 | ore 08:11

 

Dal 1° ottobre 2016 sono entrate in vigore le nuove disposizioni di legge in materia di interessi nei contratti di credito e di raccolta del risparmio che diventano concretamente esecutive dal primo di marzo prossimo, una normativa che riguarda tutti noi in quanto si riferisce ai conti correnti.

La nuova disciplina prevede che:

nei contratti bancari, gli interessi debitori che hai maturato non possano produrre interessi, salvo quelli di mora;

nei rapporti di conto corrente sia prevista la stessa periodicità nel calcolo degli interessi sia debitori che creditori, che saranno conteggiati e riportati nel tuo estratto conto al 31 dicembre di ogni anno;

gli interessi creditori ti siano accreditati con data valuta 31 dicembre dell’anno in cui sono maturati;

gli interessi debitori eventualmente maturati sono esigibili dal 1° marzo dell’anno successivo a quello in cui sono riferiti, oppure immediatamente in caso di chiusura del rapporto;

tu possa comunque autorizzare, anche preventivamente, l’addebito degli interessi debitori sul tuo conto corrente il 1° marzo di ciascun anno e contestualmente alla chiusura del rapporto.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn64Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

7 app per risparmiare sulla spesa

Facebook lancia la sua tv in streaming

Stati Uniti, un insegnante bianco insolentisce la first lady

Forse ti può interessare

Il costo dei conti correnti è diminuito. Se lo dice Banca d’Italia…

Arriva anche in Italia il conto corrente di base: ecco per chi sarà gratis

Stai scegliendo un conto deposito? Ecco come lo usano gli altri risparmiatori italiani