Giornata no per Poste Italiane e Banca Finnat

di Gordon Sachs
09 gennaio 2017 | ore 17:17

POSTE ITALIANE PAGA VICENDA FONDI – Seduta decisamente negativa per Poste Italiane che a Piazza Affari nelle fasi finali della giornata si manteneva in calo di oltre il 2,5% a 6,14 euro per azione con oltre 4,65 milioni di pezzi passati di mano. Sul titolo continua a pesare la vicenda del possibile rimborso ai sottoscrittori dei fondi Invest Real Security e Obelisco, fondi immobiliari gestiti da InvestiRE Sgr, società del gruppo Banca Finnat Euramerica.

A QUANTO AMMONTERA’ IL RIMBORSO? – Quello che non è ancora chiaro al mercato è quanto costerà il rimborso a Poste Italiane, anche se gli analisti in generale sembrano non attendersi un importo che possa impattare in modo determinante il titolo. Tuttavia l’incertezza è da sempre nemica degli investimenti di borsa, così con la perdita odierna il titolo, che già venerdì scorso aveva azzerato sostanzialmente ogni guadagno da inizio anno, perde poco più del 2,6% da inizio 2017.

SU BANCA FINNAT PESA RISCHIO CLASS ACTION – Una opportunità di investimento, visto che sull’anno la perdita è tornata a superare il 10%, o sarà meglio tenersi alla larga dal titolo? Gli analisti non si sbilanciano, ma certo la situazione di Poste Italiane appare meno a rischio, per ora, di quanto non sembri quella di Banca Finnat (oggi in calo di quasi 5 punti percentuali), per la quale alcuni non escludono la possibilità che si arrivi ad una class action sulla base di una presunta cattiva gestione dei fondi e di commissioni troppo elevate.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

Mercati positivi nonostante qualche presa di profitto

Le dieci azioni che battono i corporate bond in rendimento

New York continua la sua salita, rimbalza il petrolio

Forse ti può interessare

Guardia di Finanza esegue sequestro su beni Giampietro Nattino

Beni Stabili raddoppia partecipazione in Revalo