Imu, torna lo spettro del pagamento a settembre

di Redazione
08 agosto 2013 | ore 11:12

PAGAMENTO A SETTEMBRE? – Ritorna lo spettro dell'Imu al calar del solleone. Come rileva il portale SuperMoney.eu, la sospensione del pagamento dell'Imu (decreto legge 54/2013) ha confermato solo il rinvio, ma non ha specificato termini precisi per il pagamento dell'odiata imposta sugli immobili. Si parla non dell'intero importo ma solo dell'acconto dell'Imu, che potrebbe essere posticipato al 16 settembre se non verranno chiarite le modalità di pagamento entro il 31 agosto.

 

GLI IMMOBILI PASSIBILI DI TASSAZIONE IMU – Ma vediamoci chiaro. La legge 85/2013, ricorda SuperMoney, ha reso effettive le disposizioni del dl 45/2013; l'articolo 1 ha sancito la posticipazione dell'acconto d'imposta di giugno. Si parla di sospensione dunque, ma non di eliminazione dell'Imu. L'argomento è stato rimandato a data da decidere, ma il tempo passa e nessun tavolo di trattative è stato avviato: è dunque probabile che, per mancanza di atti, l’Imu scatti automaticamente a settembre. In conclusione, se la riforma dell'Imu non verrà realizzata in tempo tutti gli italiani dovranno versare l'acconto sospeso a giugno entro il 16 settembre. L'articolo 1 del decreto 54/2013 specifica quali sono gli immobili passibili di tassazione Imu: 1. Le abitazioni principali e le attinenze escluse le abitazioni di tipo signorile, le ville, gli uffici e gli studi privati. 2. Gli immobili delle cooperative edilizie indivise, risultanti come residenza principale e dei soci. 3. Gli alloggi assegnati Istituti delle case popolari o altri enti edilizia residenziale pubblica. 4. Territori agricoli o edifici rurali.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

Conti zero spese e senza bollo: ecco la proposta YouBanking

Bilanci familiari, gli italiani riscoprono l'arte di arrangiarsi

Non avete versato Imu e Tasi? Ecco come pagare in ritardo