Juventus, in bilancio anche le super commissioni di Raiola

di Redazione
05 marzo 2015 | ore 14:43

Tra le sorprese che emergono dai conti della Juventus, spiega Calcioefinanza.it, ce n’è una che riguarda Paul Pogba. Il centrocampista che potrebbe essere rivenduto per una cifra intorno ai 100 milioni di euro è arrivato in bianconero due stagioni fa, a costo zero, dal Manchester United, club dal quale si era svincolato.

POGBA ARRIVA ALLA JUVE – Finora la Juventus aveva messo a bilancio un costo storico per il francesino di 1,635 milioni. Questa cifra, bilancio alla mano, rappresentava il “compenso per servizi resi alla società (Juventus, ndr) da terzi abilitati (Agenti Fifa) nell’ambito dell’operazione di acquisizione definitiva del diritto pluriennale alla prestazione del calciatore”. In altre parole si trattava della commissione pagata dalla Juve all’agente del giocatore, Mino Raiola, per portare Pogba, a fine contratto con lo United, a vestire i colori bianconeri.

LA SUPER COMMISSIONE – Ora però emerge che il costo storico di Pogba è passato da 1,635 milioni a 6,165 milioni al 31 dicembre 2014. Perché questo incremento? Perché nell’ambito del rinnovo di contratto di Pogba, che ha prolungato il suo contratto fino al 2019 con un adeguamento dell’ingaggio a circa 4,5 milioni di euro netti (il triplo di quel che guadagnava fino allo scorso autunno), la Juve ha capitalizzato quello che molto probabilmente è il resto della commissione per l’agente, cioè 4,53 milioni di euro. Quindi il costo storico di Pogba è salito. Considerato quanto già ammortizzato, a fine dicembre il valore di carico di Pogba è dunque di 4,813 milioni.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

Quando è meglio prendersi una vacanza da Facebook

I 5 suggerimenti di Microsoft per risparmiare tempo

Savinelli porta il fumo in rete