I migliori conti deposito liberi e vincolati di settembre

di Andrea Manfredi
12 settembre 2016 | ore 08:15

Un conto deposito è una particolare tipologia di prodotto bancario con la quale puoi accumulare i tuoi risparmi e guadagnarci sopra grazie all’applicazione di determinati tassi di interesse. Rispetto a un normale conto corrente, però, ci sono minori possibilità di prelevare e utilizzare il denaro versato, soprattutto se si tratta di un cosiddetto conto vincolato. In più, i conti deposito sono garantiti dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e rappresentano una soluzione semplice e poco rischiosa per gestire in sicurezza i tuoi risparmi, guadagnando nel tempo anche qualche piccolo interesse.

Ma quali sono i migliori conti deposito liberi e vincolati del momento? L’abbiamo chiesto agli esperti del comparatore online SuperMoney, sul quale puoi trovare il miglior conto deposito confrontando i prodotti offerti dalle principali banche.

I migliori conti deposito vincolati di settembre

Un conto deposito vincolato ha la particolarità di “bloccare” le somme depositate in banca per un limite di tempo prestabilito. In questo periodo di tempo, infatti, non potrai utilizzare le somme contenute nel conto. Ed è per questo che viene chiamato “vincolato”. Il vantaggio di questo prodotto è la garanzia di un rendimento generalmente più elevato rispetto a un conto deposito libero. Di conseguenza, è preferibile se sei abbastanza sicuro che non avrai bisogno di quella somma per tutta la durata del vincolo.

Uno dei migliori conti deposito vincolati del momento viene offerto da Widiba, una nuova banca del Gruppo Montepaschi, specializzata nell’online banking. Questa banca è nata solo nel 2014, ma può già vantare più di 125.000 clienti. Il Conto Deposito Widiba ti offre un 2% di tasso lordo, se accetti di vincolare la somma per almeno 12 mesi. Può essere aperto online e non ti vengono richiesti costi di apertura o di chiusura, solo un 0,20% di imposta di bollo annua.

Un altro conto deposito vincolato piuttosto interessante è quello proposto da CheBanca!, la conosciuta banca online del Gruppo Mediobanca. Anche in questo caso, il conto CheBanca! non richiede costi di apertura o di chiusura, ma solo il versamento dello 0,20% sulle somme versate per pagare l’imposta di bollo annuale. Se vincoli il tuo denaro per almeno 12 mesi, potrai ricevere un tasso lordo dell’1% annuo.

Infine, un altro istituto che offre un conveniente conto deposito vincolato è Webank.it, la banca online del Gruppo Bpm. Il Conto Deposito Vincolato a 12 mesi di Webank.it prevede un tasso lordo dello 0,90% sulle somme versate, nessuna spesa di apertura o di chiusura e il solito 0,20% annuale di imposta di bollo.

I migliori conti deposito liberi di settembre

Un conto deposito libero (anche chiamato “non vincolato”) non blocca le somme che hai versato, ma le lascia a tua disposizione in modo che tu possa utilizzarle in qualunque momento e senza nessun vincolo temporale. Il tuo denaro, quindi, è sempre disponibile, ma il tasso di interesse è generalmente inferiore rispetto a quello applicato a un conto deposito vincolato. Pertanto, se vuoi comunque guadagnare sui tuoi risparmi ma avere comunque la possibilità di accedere al tuo denaro facilmente, allora il conto deposito libero è la scelta migliore.

Tra i migliori conti deposito liberi di settembre non possiamo non citare quello offerto da ING Direct, la banca online più grande del mondo. Con ING puoi accedere a un tasso lordo dell’1,00%, senza versare alcuna spesa di apertura o di chiusura del conto, ma soltanto la solita imposta di bollo: 0,20% annuo.

Le stesse condizioni ti vengono offerte da Banca Findomestic, l’istituto di proprietà del gruppo italo-francese BNP Paribas. Anche in questo caso, quindi, nessuna spesa di apertura, nessuna spesa di chiusura, 0,20% sulle somme versate di imposta di bollo annua e 1.00% di tasso lordo applicato sui tuoi risparmi.

Per concludere la selezione dei migliori conti deposito liberi di settembre, analizziamo l’offerta di CheBanca!. Il suo conto non vincolato non prevede spese di apertura o di chiusura, ma solo lo 0,20% di imposta di bollo. Il tasso di interesse applicato sulle tue somme versate è dello 0,50%.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

Bonus bebè bloccato: manca il decreto attuativo

Interessi sui conti correnti: nuove norme, nuove trappole

Compass presenta CompassPay, la piattaforma per i pagamenti on e offline

Forse ti può interessare

I 7 conti deposito migliori di settembre

Da Bnl un'intera giornata dedicata all'educazione finanziaria