Peugeot, l’a.d. rinuncia alla pensione d’oro da 21 milioni di euro

di Redazione
28 novembre 2013 | ore 08:11

L’A.D. LASCIA IL GRUPPO – Dopo quattro anni alla guida di Psa (Peugeot-Citroën), Philippe Varin lascerà il gruppo automobilistico. Con una buonuscita di 21 milioni di euro. La generosa retribuzione non è piaciuta a sindacalisti, politici e media, in un momento peraltro in cui la società chiude stabilimenti, taglia per 125 milioni e mette gli operai in cassa integrazione.

LA PENSIONE D’ORO – Si è scoperto dopo che i 21 milioni di euro non  sono una buonuscita ma una “pensione chapeau” un’integrativa prevista da un piano di contributi aziendale e che scatterà solo quando monsieur Varin deciderà di andare in pensione e incasserà 310 mila euro netti all’anno per 25 anni. Ma ormai Varin di fronte alle polemiche è stato costretto a fare il grande gesto e quindi rinunciare alla pensione contestata.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

eDreams: a settembre la vacanza è low cost si fa in Italia

Udinese smentisce: “Nessuna trattativa per la cessione del club”

Imprenditori sudafricani acquistano la villa della Gioconda nel Chianti

Forse ti può interessare

Elezioni francesi, passano il turno Macron e Le Pen

Francia, chi vincerà al ballottaggio conta poco

E se vincesse la Le Pen? Ecco quali sarebbero le conseguenze per gli investitori