Piazza Affari in altalena, bene gli industriali sottotono le banche

di Luca Spoldi
10 gennaio 2017 | ore 12:01

PIAZZA AFFARI IN ALTALENA – Mattinata che trascorre con indici altalenanti a Piazza Affari, dove dopo un avvio lievemente negativo sono riaffiorate ulteriori prese di profitto che poi hanno lasciato spazio a nuove ricoperture. Così al momento il Ftse Mib recupera lo 0,27%, il Ftse Italia All-Share segna +0,25% e il Ftse Italia Star resta a +0,01%.

EXOR IN LUCE, BENE ANCHE FCA E CNH INDUSTRIAL – Tra le blue chip tricolori si mette in luce Exor, che guadagna il 3% pur in assenza di novità dopo le parole di ieri di Sergio Marchionne riguardo le possibili novità per Fca negli Usa. Positivi anche Prysmian, Buzzi Unicem, Cnh Industrial (che dopo la promozione da parte di Evercore a inizio anno continua a sovraperformare il comparto industriale), Campari e Fiat Chrysler Automobiles.

SAIPEM E I BANCARI IN ROSSO – Tra i titoli con segno negativo prosegue lo storno dei petroliferi e dei bancari. Saipem lascia per ora sul terreno il 2,6%, nonostante il rimbalzo delle quotazioni petrolifere, mentre Eni tenta un rimbalzo. Perdite attorno ai 2 punti percentuali per Unicredit e Banco Bpm, mentre anche su Ubi Banca e Intesa Sanpaolo prevalgono gli ordini di vendita. Variazioni più contenute per gli assicurativi con Unipol poco sotto i livelli di ieri e Generali in rialzo dello 0,7%.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

Ancora un'apertura in guadagno per il listino di Milano

Lo "shutdown" per ora non preoccupa neppure New York

Il petrolio sale ancora, New York pure

Forse ti può interessare

Piazza Affari: i top della seduta

Banco BPM riacquista obbligazioni al 105%

Piazza Affari: i top della seduta