Piazza Affari: i flop della giornata

di Luca Spoldi
20 marzo 2017 | ore 18:20
  • ( 1 / 3 ) Leonardo: -3,6%

    Il modo in cui Alessandro Profumo, un banchiere del tutto privo di competenze ed esperienza nel settore, è stato nominato ai vertici di Leonardo, secondo insistenti rumor su pressione dell'ex premier Matteo Renzi, non è piaciuto al mercato che ha così scaricato il titolo.

  • ( 1 / 3 ) Recordati: -1,82%

    Inizio di settimana che vede prevalere le prese di profitto anche su Recordati, a fine giornata in calo di poco meno di due punti percentuali.

  • ( 1 / 3 ) Tenaris: -1,77%

    Ancora una seduta negativa per i petroliferi, con Tenaris che cede l'1,77% a fine giornata. Non aiuta il clima incerto dei mercati europei, che attendono le elezioni presidenziali francesi, nè l'avvio di ottava sottotono del petrolio, col Brent e il Wti che si rimangiano il flebile recupero visto la scorsa settimana.

Il tonfo di Leonardo, che paga la nomina “politica” dei nuovi vertici, e la giornata no del comparto petrolifero pesano su Piazza Affari.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

In Svizzera i tassi sui depositi diventano negativi

Mediobanca rimborsa anticipatamente il "multicallable" ottobre 2017

New York in prudente ripresa attendendo la Fed

Forse ti può interessare

In Leonardo c’è… Profumo di saldi per far cassa (e magari un favore ai francesi)

Il mercato non gradisce le nomine renziane, Leonardo in netto calo

Nuovi vertici partecipate: esce Caio, entra Profumo