Stai scegliendo un conto deposito? Ecco come lo usano gli altri risparmiatori italiani

di Redazione
16 febbraio 2017 | ore 13:25
Confrontaconti.it ha stilato l’Osservatorio sui Conti di Deposito e sui Conti Correnti.
Ecco le principali evidenze emerse:
– Gli italiani che nel corso del primo mese del 2017 hanno preferito utilizzare i conti di deposito tra i vari strumenti bancari sono principalmente over 55.
– L’importo depositato sui conti di deposito per il 28,7% degli utenti è stato oltre i 50.000 €, in diminuzione rispetto al primo semestre 2016, nel quale la percentuale registrata è stata del 30,7%.
– Inoltre, la maggioranza degli utenti (75%) ha preferito un deposito di tipo non vincolato rispetto a quello vincolato (25%).
– Il 59,7% delle richieste di conti di deposito ha interessato un investimento di durata compresa tra i 7 mesi e 1 anno l’importo medio dei conti di deposito per età degli utenti si è attestato intorno ai 48.002€ per la fascia d’età 41-55 anni, in aumento rispetto al primo semestre 2016 (44.367€).
– Per quanto riguarda i conti correnti è emerso che gli italiani hanno utilizzato maggiormente i canali online (50,2% dei richiedenti) rispetto alle sole filiali (9,6% dei richiedenti) e che il saldo medio dei conti correnti nel primo mese del 2017 si è attestato a 11.643€, in diminuzione rispetto al primo semestre 2016 (13.565€).
– Infine, a livello di localizzazione geografica sia per quanto riguarda i conti di depositi  (68,7%) sia per i conti correnti (72,2%) le richieste si focalizzano maggiormente nel Nord Italia.
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Nella stessa categoria

Telecom Italia: dimissioni Bernabè fanno risalire prezzi e volumi

Btp in rosso, la liquidità cerca un porto sicuro

La Grecia non si accorda, Milano resta prudente

Forse ti può interessare

Arriva anche in Italia il conto corrente di base: ecco per chi sarà gratis

Attenzione. Dal 1 marzo scatta la nuova norma sugli interessi. Ecco cosa succede

La paura fa 83. Corsa a ingrassare i depositi nelle banche